Muro Sant’Angelo Primitivo contrada Barbatto

 Muro Sant’Angelo

Muro Sant’Angelo

La storia della Puglia si intreccia inevitabilmente con quella delle sue viti. Crocevia di popoli provenienti da ogni dove, il nostro territorio esprime da millenni e in maniera istintiva la vocazione alla viti-vinicoltura. In epoca romana il vino pugliese fu definito “vinum merum” cioè vino schietto, bello e sincero, dal gusto buono e pregiato. Il Primitivo Barbatto delle tenute di Chiaromonte si presenta come il più diretto erede del “ vinum merum”. Dal colore rosso cupo, i profumi sono quelli della confettura di prugna e del cioccolato amaro che copre appena le note fumé. Al palato si offre profondo, intenso e dal sapore fruttato di ciliegia. Ogni vigneto è coltivato rispettando le caratteristiche morfologiche del territorio, la raccolta è eseguita a mano e in cassetta per preservare al meglio tutte le caratteristiche dell’uva. Prodotto in Acquaviva delle Fonti, questa eccellenza pugliese ha avuto molti riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui Gioia del Colle DOC Primitivo. I suoi profumi e il suo sapor nostrano saranno ancor più esaltati se accostati ad arrosti di carne bovina, ovina o equina.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato