Blog

BEVANDE VEGETALI: COME SOSTITUIRE IL LATTE VACCINO

Dagli intolleranti al lattosio che devono evitare questo zucchero tipico del latte, a coloro che devono avere una dieta povera di grassi saturi e proteine animali, il latte vaccino è un alimento che non tutti possono consumare. Le bevande vegetali rappresentano un'alternativa valida, anche se si tratta di prodotti molto diversi tra loro.

Salve cari amici e benvenuti nel blog Numeri Primi. Oggi parliamo di bevande vegetali, cosa sono e come utilizzarle.
Dagli intolleranti al lattosio che devono evitare questo zucchero tipico del latte, a coloro che devono avere una dieta povera di grassi saturi e proteine animali, il latte vaccino è un alimento che non tutti possono consumare. Le bevande vegetali rappresentano un'alternativa valida, anche se si tratta di prodotti molto diversi tra loro.

Bevanda vegetale alla soia
Si tratta di una bevanda vegetale molto diffusa. Fornisce proteine in qualità e quantità molto simili a quelle del latte vaccino, pur essendo poco calorica. Ha un contenuto lipidico discreto ed è ricco di omega 3. Il basso contenuto glicemico, rende questo latte vegetale idoneo alle diete a controllo glicemico.
Adatto agli sportivi, prima o dopo l’allenamento, o a coloro che non vogliono rinunciare alla crema pasticcera. La bevanda alla soia può essere usata da tutti, anche da chi soffre di diabete.
latte di soia
Bevanda vegetale al riso
È sicuramente tra le più leggere e dal sapore naturalmente dolce. Ottimo per regolarizzare la funzionalità intestinale, ma tra tutte le bevande vegetali è sicuramente la più povera di principi nutritivi. Si consiglia quindi l’utilizzo della bevanda di riso “fortificata” ossia con l’aggiunta di grassi e proteine. Il mix perfetto è sicuramente riso e mandorla, una bevanda apprezzabile da un punto di proteico, con un buon contenuto di grassi e un indice glicemico non troppo elevato.
Può essere utilizzata in cucina per preparare dolci, creme e besciamelle nelle stesse quantità di latte vaccino. Se rinforzata, può essere anche un sostituto di energy drink durante l’attività sportiva per mantenere alta l’idratazione del corpo.
latte di riso
Bevanda vegetale alla mandorla
È una delle bevande dei più ricche in micronutrienti e grassi buoni. Contiene molte vitamine, come la vitamina E, agisce positivamente sul sistema cardiovascolare, ma, essendo ipercalorica, il suo consumo va moderato. Si trovano in commercio bevande senza zucchero che hanno un contenuto calorico estremamente basso. Può essere utilizzata per preparare dolci e dessert al cucchiaio, nelle stesse quantità del latte vaccino. Si utilizza anche per amalgamare centrifugati di frutta e di verdura.
latte di mandorla
Bevanda vegetale all’avena
Dal gusto delicato, è caratterizzata da un discreto contenuto di grassi e zuccheri ed un elevato contenuto di fibra e vitamine del gruppo B. La bevanda all’avena è particolarmente indicata per chi necessita di integrare fibre alla propria dieta, ha elevate proprietà diuretiche ed è ottima se accompagnata con pane integrale e marmellata.
latte di avena
Bevanda vegetale al cocco
La bevanda al cocco andrebbe consumata con moderazione e non è particolarmente indicata per la colazione se non volete appesantirvi troppo, poiché molto ricca di grassi saturi. La si usa nella preparazione di dolci e nella preparazione di alcuni piatti. Anche questa bevanda può essere consumata “fortificata” e mixandola con altre bevande vegetali come la soia.
Il momento giusto per consumare le bevande vegetali è sicuramente la colazione, ognuna di esse apporta qualcosa di importante e vantaggioso al nostro organismo. In più può essere un modo per aiutare chi fa fatica a mangiare cibo solido nelle prime ore della giornata, grazie alla possibilità di preparare gustosi frullati a base di frutta e bevande vegetali.

latte di cocco
L’ importante è mixare e variare le bevande, poiché mangiare o bere sempre le stesse cose, a lungo andare può provocare delle carenze di micronutrienti. Prima di scegliere la nostra bevanda vegetale è importante leggere sempre e molto bene l’etichetta. È bene infatti evitare bevande che presentino additivi, edulcoranti, zuccheri aggiunti e grassi vegetali come olio di girasole.