Blog

FRUTTA SECCA OLEOSA: PROPRIETÀ ED EFFETTI BENEFICI

La frutta secca è un alimento antico ma riscoperto soprattutto negli ultimi anni. Scopri le sue proprietà nutrizionali per una dieta completa ed equilibrata.

Salve cari amici e benvenuti nel blog Numeri Primi. Oggi parliamo di frutta secca, un alimento antico ma riscoperto soprattutto negli ultimi anni, per le sue proprietà nutrizionali e i suoi benefici in una dieta equilibrata.

Quando parliamo di frutta secca oleosa, generalmente intendiamo: noci, nocciole, anacardi, pinoli, mandorle, pistacchi, ecc. Contrariamente al luogo comune, che vedrebbe questi ultimi come alimenti “nemici” della dieta, la frutta secca andrebbe consumata più spesso, assunta con moderazione in piccole porzioni, perfetta per un gustoso snack. Ricca di proteine e particolarmente energetica, la frutta secca oleosa è considerata una fonte nutriente essenziale per sportivi e per tutti coloro che seguono una dieta sana e bilanciata.                        frutta secca

Quando e come consumarla per beneficiare delle sue proprietà?
Grazie alla ricchezza di fibre e all’ottimo contenuto di acidi grassi, noci, mandorle e simili si presentano come un gradevole spuntino di metà mattina o pomeriggio, in abbinamento alla frutta fresca, come ad esempio, una mela e una manciata di mandorle o un kiwi e due o tre noci. Una porzione ragionevole non dovrebbe mai superare i 15/20 gr a causa comunque dell’alto apporto energetico, soprattutto se si segue una dieta ipocalorica.                  frutta secca
Scopriamo adesso le proprietà della frutta secca oleosa più comune:

NOCI

Le noci sono un’ottima fonte di omega 3 e aiutano a proteggerci dalle malattie cardio vascolari. Il consumo regolare aiuta a rinforzare il sistema immunitario. Infine, le noci sono preziose fonti di sali minerali come magnesio, calcio, potassio e vitamina E.                                            noci

ARACHIDI

Le arachidi vengono comunemente considerate una varietà di frutta secca, proprio a causa della consistenza croccante e dell’elevato contenuto di grassi, vitamina ed antiossidanti. Appartengono invece alla famiglia dei legumi ma, a differenza di questi, non vengono consumati sotto forma di minestre ma principalmente essiccate o tostate. Si tratta di un alimento ricco di fibre e di antiossidanti (polifenoli). Attenzione alle quantità, soprattutto se si scelgono le arachidi salate, in quanto un consumo eccessivo potrebbe far sviluppare ipertensione.

MANDORLE

Le mandorle sono una fonte eccellente di proteine e grassi monoinsaturi. Offrono molti benefici: aiutano a stabilizzare gli zuccheri nel sangue e quindi, evitando il picco glicemico, sono ottime nella prevenzione di malattie come il diabete. Anch’esse ricche di antiossidanti, sono una fonte preziosa di calcio, magnesio e fosforo.

PISTACCHI

I pistacchi sono particolarmente utili nella riduzione del colesterolo cattivo aumentando contemporaneamente i valori del colesterolo buono.  Sono ricchi anche di sali minerali e di vitamine del gruppo B ed E. È consigliabile consumarne una piccola quantità poiché spesso, come per le arachidi, in commercio sono diffusi quelli salati ed è bene non abusarne, nonostante il gusto così piacevole.

NOCCIOLE

Le nocciole sono tra i frutti con maggiore percentuale di vitamina E. Contengono inoltre fitosteroli, sostanze utili per prevenire le malattie cardiache e sono ricche di grassi insaturi in grado di abbassare i livelli di colesterolo. Il contenuto di fibre nelle nocciole supporta la salute dell’apparato digerente facilitando il transito intestinale.                                   frutta secca

PINOLI

I pinoli hanno un alto contenuto di proteine e fibre vegetali. Contribuiscono alla salute dell’organismo, si distinguono per le proprietà antiossidanti e aiutano a proteggere il sistema cardiovascolare.

ANACARDI

Gli anacardi contengono un grande quantitativo di acido oleico, lo stesso dell’olio di oliva che è tanto utile alla salute del cuore. La forte presenza di vitamine e di serotonina in questi frutti, fa sì che siano dei veri e propri anti depressivi naturali. Rispetto ad altri tipi di frutta secca, gli anacardi hanno un contenuto inferiore di grassi.                         frutta secca
Quale frutta secca è più adatta a me?
L’importante è variare spesso e selezionarli in base alle proprie esigenze; per esempio chi ha il colesterolo alto, dovrebbe inserire nella propria dieta noci, nocciole e mandorle. Nel caso del diabete è bene preferire anacardi, mandorle e pinoli. Anche in condizioni particolari come la gravidanza si può optare per frutta secca ricca di acido folico come nocciole, noci, mandorle e arachidi. Chi non presenta particolari problemi e vuole seguire una dieta sana ed equilibrata può scegliere liberamente in base ai propri gusti personali. L’ importante è variare e, come già detto, bilanciare le porzioni in modo intelligente, abbinandoli ad altri elementi per i vostri spuntini!                          frutta secca

Fai un giro sul nostro shop online e fai il carico di frutta secca, così i tuoi break saranno sempre salutari e super gustosi. Sai che puoi utilizzare la frutta secca per creare dolci senza glutine, trasformandola in farina, o per darli un tocco originale utilizzandola in granella? I nostri mix già pronti sono ideali da abbinare a yogurt bianchi, insieme ad una porzione di frutta fresca. Provare per credere!

E voi cosa ne pensate della frutta secca? Quanto spesso la mangiate? La preferite come fine pasto o spuntino? Scrivi nei commenti sotto il post di Facebook la tua preferita e come ti piace abbinarla!