Blog

INSALATA ALLEATA DELLA SALUTE: COME DISTINGUERE LE VARIETÀ DI LATTUGA?

Le proprietà benefiche di questo alimento sono davvero innumerevoli, basti pensare che l’insalata contiene grandi quantità di acqua, fibre e sali minerali.

Salve cari amici e benvenuti nel blog Numeri Primi. Oggi parliamo di insalata, fresca e gustosa dal grande potere saziante e dal bassissimo contenuto calorico.

Quante volte, mentre fate la spesa nel vostro supermercato di fiducia, vi trovate davanti a così tanti tipi di lattuga, da non sapere quale scegliere e finire col comprare sempre la solita? Bene, oggi cercheremo di fare un po’ di chiarezza sulle varietà di insalata più diffuse, dandovi anche dei consigli su quale utilizzare per determinate preparazioni.

Le proprietà benefiche di questo alimento sono davvero innumerevoli, basti pensare che l’insalata contiene grandi quantità di acqua, fibre e sali minerali. Ha inoltre pochissimi carboidrati ed è completamente priva di grassi. Una delle sue caratteristiche più importanti, il che la rende un’alleata della dieta, è il senso di sazietà immediata, infatti molti nutrizionisti consigliano di mangiarla prima dei pasti. L’ortaggio contiene anche tantissime vitamine come A, C, E, acido folico, licopene, alfa e beta carotene.

Insomma, parliamo di un alimento che non dovrebbe quasi mai mancare sulle nostre tavole. Ma quali sono i tipi di insalata più comuni? Scopriamolo insieme!

Lattuga Romana

Dal gusto più deciso rispetto alle altre lattughe, la lattuga romana si presenta con una forma allungata, a coste carnose e cespo lungo. Il colore si intensifica con l’avanzare dello sviluppo della foglia, da un bianco ad un verde brillante. La sua caratteristica principale è il contenuto elevato di cromo, che aiuta a controllare i livelli di glicemia e i trigliceridi nel sangue. Grazie alla sua croccantezza è ottima da mangiare cruda, per esempio in una ricca e gustosa Cesar Salad, ma può essere anche gustata cotta per arricchire il minestrone o stufata, insaporita con bacon o pancetta.lattuga romana

 

Songino o Valeriana

Dal gusto delicato, questa varietà si presenta con piccole foglie scure e carnose. Tra le proprietà benefiche del songino rientrano la prevenzione dell’anemia e la prevenzione delle malattie cardiovascolare. Ha effetti benefici anche su fegato, reni ed intestino. La valeriana è ricca di principi attivi dall’effetto disintossicante e diuretico, utile a facilitare la digestione dei grassi. Si consiglia il consumo crudo e l’abbinamento con altre tipologie di lattuga, per esaltarne il gusto.insalata songino

Cappuccina

È una lattuga dalla forma tondeggiante, le cui foglie lisce si presentano grandi e carnose, lievemente croccanti. La lattuga cappuccio è composta principalmente da acqua e fibre, ha anch’essa un basso valore calorico e riveste un importante ruolo nell’ alimentazione quotidiana, contenendo vitamina A, B, C, D e molti sali minerali. È infatti particolarmente indicata nelle diete in cui è necessario un elevato apporto di sali minerali. Si consiglia di consumarla cruda, accompagnata da altri elementi vegetali.insalata cappuccina

 

Lattuga Iceberg

Tra tutte le lattughe esaminate, l’Iceberg, oltre ad essere la tipologia di insalata più consumate, è quella più ricca di acqua, ha un gusto neutro e rinfrescante. Anche se non ha lo stesso contenuto di vitamine e minerali delle altre varietà di lattuga, è una buona fonte di folati, vitamina A e beta-carotene, due composti antiossidanti che aiutano a mantenere in salute gli occhi. Grazie alla sua croccantezza e alle caratteristiche foglie larghe, questa varietà di lattuga, viene spesso aggiunta a sandwich e panini o per preparare sfiziosi stuzzichini, abbinandola per esempio all’insalata russa o ad un cocktail di gamberetti.insalata iceberg

 

 
Qual è la vostra insalata preferita? Condividi l'articolo su Facebook e raccontaci come preferisci abbinare i vari tipi di lattuga!