Blog

MARMELLATA, CONFETTURA E CONFETTURA EXTRA: QUAL È LA DIFFERENZA?

Marmellate e confettura…che confusione! Se entrambe hanno in comune i due ingredienti principali, frutta e zucchero, qual è la reale differenza tra le due? Sono sinonimi o li usiamo erroneamente come tali?

Salve cari amici e benvenuti nel blog Numeri Primi. Oggi vogliamo parlarvi di marmellata, confettura e confettura extra, alleate delle nostre colazioni sane e golose e dei nostri dessert!
Marmellate e confettura…che confusione! Se entrambe hanno in comune i due ingredienti principali, frutta e zucchero, qual è la reale differenza tra le due? Sono sinonimi o li usiamo erroneamente come tali?
Cerchiamo di rispondere insieme a queste domande, così da chiarie ogni dubbio.agrumi

frutti di boscoQual è la differenza tra marmellata e confettura?

La diversità di questi due prodotti è stata decretata dalla direttiva europea n 79/693 del 1979, inclusa poi dall’ordinamento italiano nel 1982 con il DPR 8 giugno 1982, n 401. Si tratta quindi di due termini che indicano due prodotti diversi per un elemento in particolare: andiamo a vedere quale.

La marmellata è un prodotto alimentare gelificato, realizzato con zucchero e agrumi, ossia limone, cedro, arancia, mandarino, bergamotto e pompelmo. La percentuale di frutta presente per 1000 gr di prodotto finito deve essere maggiore o uguale a 200 gr.
marmellata di arancia
La confettura è un prodotto alimentare gelificato, che può essere preparata con tutti i tipi di frutta e zucchero. La percentuale di frutta presente per 1000 gr di prodotto finito deve essere maggiore o uguale a 350 gr. La confettura extra segue la stessa politica della confettura, ma cambia la percentuale di frutta presente per 1000 gr di prodotto, la quale deve essere maggiore o uguale a 450 gr.
confettura di pesche

Cosa scegliere e come scegliere cosa comprare?

Cosa scegliere dipende esclusivamente dai tuoi gusti personali, dato che la differenza è legato solo al tipo di frutta utilizzata. Se preferisci un sapore leggermente aspro e meno dolciastro, su una croccante fetta biscottata probabilmente spalmerai una marmellata di arance. Se ami invece i frutti più zuccherini e dolci, allora potrai optare per una confettura di fragole. A te la scelta! L’ importante però, è sceglierne una di qualità, riconoscibile in particolare dalla percentuale di frutta e dagli ingredienti con cui è preparata. Vediamo insieme cosa sarebbe meglio non trovare in etichetta per una marmellata/confettura di qualità:
  • Acidi e addensanti: hanno il compito di rendere più densa la nostra marmellata o confettura, migliorando l’acidità del PH; meglio prediligere la pectina, essendo un addensante naturale.
  • Additivi: vengono utilizzati per migliorare la durata di conservazione, mantenere il valore nutrizionale, conferire struttura, consistenza, migliorare le proprietà sensoriali come: aroma, sapore e colore. I principali additivi sono: antiossidanti, correttori di acidità, stabilizzanti, gelificanti, coloranti e addensanti.
In etichetta dunque, se si vuole acquistare la marmellata o confettura come quella fatta in casa, dovrebbero essere presenti solo: frutta o agrumi e zucchero.
confettura di fragole